Home

Chi sono

Cenni storici

Tecnica base

  1. individuare

  2. preparare

  3. scegliere e comporre

  4. ritagliare

  5. realizzare gli sfondi

  6. incollare

  7. rifinire

Tipi di découpage

Vetrina lavori

  1. Legno

  2. Vetro

  3. Ceramica

  4. Tessuto

  5. Cartone

  6. Plexiglass

  7. Vimini

  8. Metallo

  9. Varie

  10. Oggetti recuperati

Siti amici naufraghi

Contattatemi

 

CENNI STORICI

La parola découpage deriva dal francese " découper" che significa "ritagliare". 

In sostanza, si tratta di ritagliare illustrazioni e usarle come decorazioni incollandole su qualsiasi materiale e "laccandole" con vari tipi di vernice trasparente. Occorre fare attenzione a non confonderlo con il collage che è una tecnica decorativa basata solo sull'incollaggio di ornamenti o figure spesso non ritagliate e nemmeno "laccate".

La data di nascita del découpage non si conosce con precisione ma sicuramente è un'antica tecnica decorativa. Infatti si pensa che abbia origini molto lontane che risalgono addirittura al medioevo, quando strisce di carta acquerellate venivano incollate alle pareti. I monaci usavano questa tecnica per decorare le famosissime miniature dorate. 

Nel periodo rinascimentale, la tecnica non tardò a diffondersi in Germania (stile biedermeier), Francia e Inghilterra (stile vittoriano). Nel XVIII secolo fecero furore nelle case inglesi le Print Room: pareti decorate con stampe raffiguranti le città europee incollate direttamente al muro e impreziosite da decori e cornici.

In Italia la tecnica del découpage veniva chiamata "lacca contraffatta" o "lacca povera" e nacque per mano dei mobilieri veneziani che, per riuscire a soddisfare le richieste di tutta Europa di mobili orientali intarsiati e laccati, iniziarono a ritagliare, dipingere e "laccare" immagini stampate ottenendo un effetto molto simile ma a costi molto inferiori.

Il découpage arrivò fino agli Stati Uniti subendo però negli anni un lento declino. Dopo la II guerra mondiale, Manning, uno dei più famosi découpeur al mondo, contribuì a riportare quest'arte in Europa.

Negli ultimi anni, in Italia, il découpage è divenuto un hobby ed è molto diffuso. Infatti, come il disegno, può essere eseguito con una tecnica acerba (principianti), matura (appassionati e artigiani) o sopraffina ossia quella degli artisti perfezionisti che grazie ad un approfondito studio di colori, accostamenti, arte e fantasia, abbinato alla tecnica perfettamente eseguita, creano vere opere d'arte.

Molto della bellezza degli oggetti decorati con la tecnica del découpage, oltre che alla scelta delle illustrazioni, é strettamente legata all'abilità e alla pazienza con cui vengono eseguiti i ritagli e naturalmente alla fantasia e alla curiosità di chi realizza il lavoro.

Con la tecnica del découpage si possono decorare svariati tipi di materiali : legno, vetro, ceramica, tessuto, cartone, metallo, plastica, muro e ridare vita a oggetti che il tempo ha consumato. Basta seguire i sette passi fondamentali,  mettere la propria fantasia e ....... il gioco è fatto.